Categorie
famous artists

Franco Fontana

Franco Fontana è nato a Modena nel 1933. E’ tra i maestri della fotografia italiana, più stimati internazionalmente. Il maestro Fontana ha una straordinaria capacità di rappresentare il colore.
La prima mostra personale, risale nel lontano 1968 a Modena, Franco Fontana ha saputo rappresentare la geometria dello spazio, l’invisibile nascosto nel paesaggio, il mistero e la bellezza della luce e del colore.

La sua serie più famosa “Landscapes”, appare per la prima volta nel 1970, mentre, durante un viaggio negli Stati Uniti, nel 1979, nasce “Urban Landscapes”. La figura umana non compare quasi mai, se non come ombra, protagonisti sono i paesaggi e le architetture che diventano astrazione ed emozione. Le sue foto esprimono la vita nelle sue forme più diverse e il suo lavoro è un’instancabile ricerca che lo porta ad affrontare sempre nuovi progetti.

Molteplici anche i lavori in Polaroid realizzati da Franco Fontana.

*Le foto sono state reperite in rete, vengono usate solo a scopo informativo.

Categorie
famous artists

Carlo Mollino

Carlo Mollino protagonista indiscusso dell’architettura contemporanea Italiana e riconosciuto tale in tutto il mondo. Fu anche progettista di interni, designer, pilota di aeroplani, di auto da corsa, scrittore e ottimo sciatore.

Tra le sue opere ricordiamo il Il tavolo Reale è uno straordinario progetto che Carlo Mollino disegnò nel 1946 con struttura in legno massello di rovere e ripiano in cristallo o in marmo.
Un design fine e dettagliato, basato su armonia dei materiali, linee pulite e suggestioni tecniche.

Carlo Mollino fu anche un fotografo abbastanza consapevole da pubblicare nel 1949 “Il messaggio della camera oscura”, una personalissima storia della fotografia. Le foto qui pubblicate fanno parte della serie erotica in polaroid, realizzate dai primi anni 60′ al 1973, anno della sua improvvisa morte. Polaroid molto dure e vere, che anticipavano i tempi, una vera e propria rivoluzione per quei tempi.

Categorie
famous artists

Guy Bourdin

Guy Bourdin è stato un fotografo rivoluzionario, riusciva a scomporre gli elementi per poi ricomporli in un immagine quasi onirica con contorni spesso inquietanti e distorti.

Una delle sue prime foto mostra una modella in posa, in haute couture, sotto a numerose teste di mucche macellate.

Nel 1954 Guy Bourdin presentò i suoi lavori fotografici alla scrivania di Edmonde Charles-Roux, assistente del direttore di Vogue Francia.

 Ottenne subito il suo primo incarico per la rivista con la quale firmò molte collaborazioni (dove Vogue diede spesso carta bianca a Bourdin) seguite da importanti campagne pubblicitarie per Charles Jourdan, Versace, Gianfranco Ferrè, Ungaro, Lancetti e Roland Pierre.

Erotismo e violenza, glamour e orrore, hanno trasformato ogni sua fotografia in un autentico capolavoro e in un potente mezzo di comunicazione pubblicitario.


Visionario e autodidatta Guy Bourdin è stato autore di un cambiamento rivoluzionario nella comunicazione per immagini. Egli ha lasciato un’eredità di opere che si muovono dal mondo della moda e dei media a quello dell’arte, ed ha radicalmente rotto le convenzioni della fotografia di moda poiché, in una logica commerciale stravolta, è stato il primo fotografo a dare più importanza all’immagine che al prodotto.

Categorie
famous artists

Nobuyoshi Araki

Nobuyoshi Araki, il fotografo Giapponese noto per i suoi reportage sulla zona a luci rosse di Tokio di Shinjuku, un quartiere di Tokyo.

Araki scatta continuamente in bianco e nero, a colori, utilizzando apparecchi semplici, flash illuminanti e Polaroid per ottenere il massimo di spontaneità e immediatezza.

La sua ricerca è volta a indagare il confine tra la vita e la morte, tra l’apogeo e il deterioramento della bellezza (come si vede negli still life dei fiori, splendidi, ma già prossimi al degrado).

Nudo del Fotografo Giapponese Nobuyoshi Araki

Nobuyoshi Araki oltre a documentare il quotidiano con l’idea di “mostrare tutto” per quello che è: concentra la sua attenzione sull’industria del sesso giapponese (dagli anni ’80 realizza reportage di Kabukich, zona a luci rosse di Shinjuku, quartiere di Tokyo – Tokyo lucky hole, (1983 – 1985) – mettendo in continuo risalto la sessualità femminile; donne imbavagliate, legate, provocanti.

Il fotografo Araki ha pubblicato più di 350 libri ed è considerato uno degli artisti più prolifici di sempre. Ha lavorato anche per riviste come Playboy, Déjà-Vu ed Erotic Housewives.

Nobuyoshi Araki è stato più volte arrestato in Giappone, anche se non è mai finito in carcere, con l’accusa di oscenità; anche il direttore di un museo venne arrestato per aver esposto delle sue foto.

Visto che il fotografo Nobuyoshi Araki, è ancora produttivo, e nella sua vita ha realizzato tantissime opere, ci sono in giro tante fotografie polaroid a prezzi accessibili.

Investire in una foto del maestro Araki, potrà dare grossi ritorni economici a breve termine.